Presentazione SCIA in caso di pluralità di datori di lavoro

Quesito
Una società con partita Iva unica, può avere due titolari di attività ai fini della presentazione della SCIA e dunque del vecchio CPI?
Le attività distinte dei due titolari si svolgono all’interno dello stesso comprensorio di stabilimento e le responsabilità degli impianti antincendio (rete idranti esterni ed impianto sprinkler interno) sono divise tra i due. Entrambi hanno potere decisionale e di spesa, ma ognuno relativo alle proprie attività e ai propri dipendenti e non possono interferire l’uno con l’altro.

Secondo l’Esperto
Dal punto di vista della sicurezza antincendio, ma anche della sicurezza nei luoghi di lavoro, di cui al D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81, non ci sono preclusioni al fatto che esistano più datori di lavoro nello stesso comprensorio. Ogni titolare di attività (datore di lavoro) risponde relativamente ai propri dipendenti ed ai locali di propria pertinenza, anche se si trova in un comprensorio con la presenza di altri datori di lavoro, come avviene, ad esempio, nei grandi centri commerciali.
Se esistono poi aree comuni e/o impianti comuni a più datori di lavoro, gli stessi risponderanno in solido della sicurezza e l’efficienza sia dei presidi antincendio che delle aree comuni.

Fonte: InSic