Infortuni scolastici, i dati Inail anno 2018/2019

Andamento degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali nelle scuole. Questo l’argomento affrontato dal numero agosto 2019 del periodico statistico Dati Inail, che ha analizzato gli incidenti accaduti nelle scuole statali nell’anno scolastico 2018/2019, luoghi e cause.

Nell’anno scolastico esaminato sono stati circa 8,5 milioni gli studenti iscritti nelle scuole statali e paritarie, 7.682.635 nelle statali.

Più di 77mila le denunce di infortunio negli istituti statali, ovvero +2% rispetto all’anno precedente (1.400 in più), trend in crescita derivante anche dall’obbligo di denuncia di infortunio che abbia comportato assenza di almeno un giorno in vigore dal 2017.

Oltre la metà i casi riconosciuti, 99,7%infortuni lievi senza riconoscimento di un grado di menomazione, 2% con gradi tra 1 e 5. Studenti il 55,7% 44,3% studentesse, il 64% ha interessato ragazzi e ragazze con meno di 14 anni, 35,1% 15-19 anni. Cause maggiori scivolamenti, inciampamenti, movimenti scoordinati, passi falsi, conseguenze fratture, contusioni, lussazioni. Mese con l’incidenza più elevata è maggio.

Inail ricorda che gli studenti sono assicurati “per gli infortuni che accadano nel corso delle esperienze tecnico-scientifiche, delle esercitazioni pratiche (attività di scienze motorie e sportive, attività di alfabetizzazione informatica e di apprendimento di lingue straniere con l’ausilio di laboratori) e di lavoro nonché durante i viaggi di integrazione della preparazione di indirizzo (art. 4 n.5 del d.p.r. 1124/1965)“.

Il documento riassume quindi i criteri della tariffa premi, includendo le novità derivanti dalla revisione da Dm 27/2/2019:

insegnanti non statali sono in regime ordinario e gli studenti in premio speciale unitario;
insegnanti e studenti statali gestione conto Stato;
scuole infanzia e scuole speciali di primarie inserite in istruzione grado preparatorio nella tariffa ordinaria dipendenti;
istruzione universitaria nel gruppo istruzione – attività sanitarie per le cliniche universitarie;
revisione tirocini formatici extracurriculari (con lavori aziendali o senza istruzione);
confermata voce 0314 per tirocini in programmi di recupero.
Citata l’istruzione operativa sulle nuove tariffe pubblicata il 12 luglio 2019.

Fonte: Quotidiano sicurezza