Categoria: Sentenze Cassazione

La responsabilità per infortunio del manovratore improvvisato di una gru

L’assunzione di fatto di determinate mansioni e lo svolgimento di determinate attività in un ambiente di lavoro, sia pure in mancanza di una formale investitura, è causa di responsabilità delle conseguenze dannose ad essa collegata. E’ questo il principio della giurisprudenza di legittimità che discende dalla lettura di questa sentenza della Corte di Cassazione che … Leggi di più

La responsabilità del medico competente dell’Azienda Sanitaria

La sentenza della Corte di Cassazione in commento riguarda l’attività del medico competente in materia di salute e sicurezza sul lavoro. In essa vengono riportati gli obblighi posti a carico del medico competente nelle disposizioni di cui al D. Lgs. n. 81/2008 e richiamate delle precedenti espressioni della stessa Corte. Il medico competente, ha ribadito … Leggi di più

Manutenzioni e mancata valutazione dei rischi: le responsabilità del RSPP

Una recente sentenza della Corte di Cassazione Penale Sez. 4, 29 marzo 2021, n. 11650 esamina un caso di responsabilità del RSPP imputabile alla mancata valutazione dei rischi connessi alle attività di manutenzione, nell’esecuzione delle quali si verificava l’infortunio di un lavoratore. Nel caso di specie, la Corte ha annullato senza rinvio la sentenza impugnata … Leggi di più

Gli obblighi dei lavoratori autonomi negli appalti interni

Di recente lo scrivente ha risposto a un quesito ( I quesiti sul decreto 81: gli adempimenti del datore di lavoro committente) riguardante l’applicazione o meno ai lavoratori autonomi del comma 2 del D. Lgs. n. 81/2008, che ha fissato degli obblighi di coordinamento e di cooperazione nella attuazione delle misure di prevenzione e protezione … Leggi di più

Cassazione Penale, Sez. 4, 16 marzo 2021, n. 10136 – Decesso della dipendente di una ditta di pulizie colpita dall’ascensore. Non vi è aggravante della violazione di norme in materia di prevenzione infortuni per l’amministratore di condominio

Fatto 1. D.F. ricorre per cassazione avverso la sentenza in epigrafe indicata, con la quale è stata confermata la pronuncia di condanna emessa in primo grado, in ordine al reato di cui all’art. 589 cod. pen., perché in qualità di amministratore di condominio e quindi di committente dei lavori di pulizia della porzione superiore delle … Leggi di più

Infortuni sul lavoro: non è abnorme la condotta rientrante nel lavoro assegnato

Il Caso della Sentenza n.6505/2021 della Cassazione Un lavoratore C.R. ricopriva il ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione della società X, occupandosi della gestione documentale e della valutazione del rischio oltre che della formazione del personale, ma dal 2001, poiché era rimasto solo e senza collaboratori, aveva dovuto occuparsi anche di una … Leggi di più

La responsabilità del committente di fatto nei cantieri

Il committente, anche nel caso di subappalto, è titolare di una posizione di garanzia idonea a fondare la sua responsabilità per l’infortunio, sia per la scelta dell’impresa sia in caso di omesso controllo dell’adozione, da parte dell’appaltatore, delle misure generali di tutela della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro, specie nel caso in … Leggi di più

Infortuni sul lavoro: non è abnorme la condotta rientrante nel lavoro assegnato

Il Caso della Sentenza n.6505/2021 della Cassazione Un lavoratore C.R. ricopriva il ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione della società X, occupandosi della gestione documentale e della valutazione del rischio oltre che della formazione del personale, ma dal 2001, poiché era rimasto solo e senza collaboratori, aveva dovuto occuparsi anche di una … Leggi di più

Cantiere edile privo di qualsiasi misura antinfortunistica

Cassazione Penale, Sez. 1, 12 marzo 2021, n. 9887 Con il provvedimento impugnato, la Corte d’appello di Bologna ha confermato la sentenza pronunciata dal Tribunale di Bologna in data 28 marzo 2017 con la quale G.G. e C.G. sono stati giudicati responsabili del reato di cui agli articoli 110 e 437 cod. pen., per avere … Leggi di più

L’esperienza personale del lavoratore non esime il datore dall’obbligo di formazione

L’esperienza personale del lavoratore non esime il datore dall’obbligo di formazione L’apprendimento di fatto da parte del lavoratore e la socializzazione delle esperienze o delle prassi di lavoro non valgono a surrogare le attività di informazione e di formazione previste dalla legge e gravanti sul datore di lavoro. Così la Cassazione penale nella sentenza n. … Leggi di più
Richiedi un preventivo

Compila il modulo sottostante per un preventivo gratuito e senza impegno, ti ricontattiamo noi!