Dossier Scuola

Alla luce del nuovo protocollo d’intesa del 16 dicembre 2017 che prevede una più stretta collaborazione tra i due enti, Inail e Miur hanno promosso quest’anno una serie di iniziative volte alla diffusione della salute e della sicurezza del lavoro nelle scuole.

Il 16 dicembre 2017, in occasione degli Stati generali dell’Alternanza, è stato rinnovato il protocollo d’Intesa Inail-Miur che ha fatto seguito al precedente sottoscritto il 20 novembre 2015. Il protocollo prevede lo sviluppo della più ampia collaborazione tra i due Enti, finalizzata all’individuazione di strategie di intervento e alla realizzazione di programmi formativi volti a favorire la diffusione della cultura della salute e della sicurezza nelle istituzioni scolastiche.
Per questo, Inail e Miur si impegnano a mettere a disposizione risorse professionali, tecniche e strumentali e il proprio patrimonio di conoscenze, al fine di realizzare iniziative progettuali formative rivolte sia al personale scolastico che agli studenti, attraverso il coinvolgimento delle proprie Strutture territoriali, in virtù di una capillare presenza su tutto il territorio nazionale.
In particolare, in fase di prima attuazione, il protocollo prevede la realizzazione di programmi formativi che favoriscano la diffusione della cultura della salute e della sicurezza nelle istituzioni scolastiche, e in particolare corsi di formazione generale e specifica destinati agli studenti inseriti nei programmi di Alternanza scuola lavoro.
A tale scopo, Inail e Miur lavorano insieme per individuare e attuare politiche per il radicamento dei valori e della cultura della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro attraverso strategie di intervento e programmi di sensibilizzazione, responsabilizzazione, formazione, informazione relativamente alle misure di prevenzione, promuovendo iniziative mirate al superamento delle distanze tra scuola e mondo del lavoro.
Grazie alla sottoscrizione del Protocollo d’intesa, pertanto, Inail e Miur possono con maggiore incisività promuovere e divulgare la cultura della salute e sicurezza sul lavoro in ogni ambiente di vita, di studio e di lavoro attraverso la valorizzazione di specifiche proposte progettuali anche a valenza nazionale, da realizzare, come detto, anche con il contributo delle rispettive Strutture territoriali.
Tali sinergie costituiscono una modalità operativa finalizzata all’attuazione di politiche di prevenzione efficaci, fornendo risposte di qualità alla domanda, sempre più forte, di tutela della salute e della sicurezza negli ambienti di apprendimento e nei luoghi di lavoro proveniente dal mondo delle istituzioni scolastiche.
Il corso di formazione generale in modalità e-learning “Studiare il lavoro” è stato rilasciato il 16 dicembre 2017 in occasione degli Stati Generali dell’Alternanza, data in cui è stato siglato il rinnovo del Protocollo d’intesa tra Inail e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.
Dopo una intensa attività di progettazione e di sperimentazione presso alcuni Istituti scolastici, il corso è stato messo a disposizione di tutte le scuole d’Italia, a partire dai primi mesi del 2018, sulla piattaforma del Ministero. Secondo i dati forniti dal Miur, al termine dell’anno scolastico 2017/2018 oltre 30.000 studenti inseriti in Alternanza scuola lavoro, destinatari dell’iniziativa, avevano frequentato e superato il corso.
Il corso, della durata di 4 ore e disponibile anche in versione accessibile per studenti con disabilità, ha l’obiettivo di rendere i ragazzi consapevoli su ruoli, compiti e responsabilità di tutte le figure coinvolte nel sistema di prevenzione e protezione aziendale.
È composto da diversi moduli ed è stato pensato e realizzato utilizzando una metodologia didattica interattiva e specifica rispetto al target di riferimento. Ogni modulo del corso è articolato in una serie di capitoli che presentano gli argomenti mediante diverse modalità di grafica animata, propongono casi di studio, game e quiz di autovalutazione; inoltre sono state impiegate tecniche comunicative innovative sia per linguaggio che per grafica.
Al termine dell’intero percorso, gli studenti dovranno dimostrare di aver assimilato le nozioni fondamentali su salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, completando e superando il test di valutazione finale obbligatorio per il rilascio dell’attestato valido come credito formativo permanente.

Scarica il dossier

Fonte: Portale consulenti