Malattie professionali dell’apparato respiratorio: nuovo volume INAIL

INAIL rende nota la pubblicazione del Volume “Indirizzi operativi per la diagnosi delle malattie professionali dell’apparato respiratorio”, liberamente consultabile in rete e realizzata dalla Sovrintendenza sanitaria regionale Campania in collaborazione con Sovrintendenza sanitaria centrale e la Scuola di Specializzazione in medicina del lavoro, Università degli Studi della Campania “L. Vanvitelli” (ex SUN)

Si tratta del risultato di un progetto per lo svolgimento di un “Iter procedurale per la diagnosi delle malattie professionali” e per l’elaborazione di “Indirizzi operativi per la diagnosi delle malattie professionali”, svolto attraverso la costituzione di gruppi di lavoro specifici per l’esame dei diversi apparati esaminati.
Gli indirizzi operativi inerenti la trattazione delle malattie professionali riguardano sia l’apparato respiratorio, che l’apparato muscoloscheletrico.
Nella prima fase sono state affrontate le questioni inerenti le patologie a carico dell’apparato respiratorio, che rappresentano storicamente una grossa quota di tutte le malattie professionali. In Campania tali patologie risultano tra le più denunciate, seconde solo alle affezioni muscoloscheletriche.

Le attività del gruppo di lavoro per le patologie respiratorie sono iniziate con l’esame di Circolari, indirizzi procedurali e protocolli diagnostici Inail già esistenti, nonché della Linee Guida di Società Scientifiche nazionali e internazionali e della letteratura scientifica.
In una fase successiva è stata valutata l’appropriatezza delle metodiche ed è stato definito l’iter procedurale per la diagnosi etiologica e la diagnosi differenziale delle malattie respiratorie di origine professionale.
L’esigenza di un nuovo iter diagnostico accertativo, si spiega nella pubblicazione, nasce innanzitutto dal fatto che il rapporto fra malattie professionali tabellate e non tabellate si è ormai stabilmente spostato in favore di queste ultime. Già dal del 1994, l’Inail aveva fornito per ciascuna malattia tabellata una scheda in cui una sezione è specificamente dedicata agli accertamenti diagnostici necessari per la compiuta diagnosi.
Secondo gli autori della pubblicazione, le aggiornate evidenze scientifiche e le nuove ed affinate tecniche diagnostiche impongono l’adozione di un metodo sistematico nell’accertamento delle malattie professionali, utile ad uniformare la trattazione nei vari ambiti medici e alla riduzione auspicabile delle patologie professionali misconosciute.

La pubblicazione, dunque riordina le malattie dell’apparato respiratorio, la cui classificazione risulta quanto mai complessa per la difficoltà di individuare specifici gruppi con caratteristiche peculiari che non siano rinvenibili anche in altri.

Fonte: Insic